Iscriviti alla newsletter di FioriBlu!
Riceverai ogni mese le novità su bellezza, cura del corpo, sesso, maternità e molto altro.

 
Seleziona il tuo sesso:    
Confermo di aver preso visione dell' informativa della privacy
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali
Sei in: Home / Salute / Malattie / Malattie del Sistema Nervoso / Herpes Zoster

Herpes Zoster

Herpes Zoster
L’herpes Zoster è un virus che appartiene alla famiglia degli herpes. L’herpes Zoster, in particolare, è esattamente lo stesso virus della varicella, il Varicella-zoster virus. Si tratta di una malattia cutaneo-nervosa, causata dall’esplosione del virus, che rimane presente nell’organismo dopo la guarigione dalla varicella.
Chiamato comunemente Fuoco di Sant’Antonio, l’herpes Zoster è molto comune, soprattutto al di sopra dei 50 anni, quando le difese immunitarie si fanno più deboli.


Le cause dell’Herper Zoster
L’Herpes Zoster è causato dal virus della varicella, il Varicella-zoster virus. Dopo aver contratto la varicella, il virus non viene debellato completamente dall’organismo. Il virus abbandona la pelle e si trasferisce nelle cellule nervose, dove rimane in forma “latente” e al riparo dagli anticorpi, poiché protetto dai rivestimenti che le cellule nervose gli forniscono.
Il virus non ha capacità di moltiplicarsi o di attaccare l’organismo fino a quando il sistema immunitario funziona correttamente. Nel caso in cui il sistema immunitario subisca un indebolimento, però, il virus ha la possibilità di moltiplicarsi nuovamente, provocando non più la varicella ma, appunto, l’Herpes Zoster.
Ne consegue, dunque, che chi non ha mai contratto il virus della varicella è immune dall’Herpes Zoster.


Incubazione, contagiosità e durata dell’Herpes Zoster
Il virus si trasmette attraverso l’aria respirata; teoricamente, quindi, è possibile contrarre il virus semplicemente trascorrendo il tempo nella stessa stanza di chi è affetto da herpes Zoster. È chiaro, però, che chi non ha ancora contratto il virus sarà immune dall’Herpes Zoster e potrà contrarre, invece, la varicella.
Chi invece ha già contratto la varicella ha già nel suo organismo il virus varicella-zoster virus; il contagio può avvenire, ma è abbastanza infrequente. Perché il virus si trasformi in Herpes Zoster, infatti, è necessario che le difese immunitarie siamo deboli, unica opportunità in cui il virus può moltiplicarsi e proliferare.


Sintomi dell’Herpes Zoster
Il primo sintomo che caratterizza l’herpes Zoster è un formicolio in una parte circoscritta del corpo, quella dove sono presenti le cellule nervose dove il virus si è depositato. Le bolle si sviluppano lungo tutta la fascia dove sono presenti le terminazioni nervose dove si è stanziato il virus, tanto che l’eruzione cutanea somiglia ad una sorta di cintura (la parola “Zoster”, infatti, significa “cintura”). Talvolta febbre, brividi, mal di testa o mal di stomaco accompagnano l’eruzione cutanea.
Dopo qualche giorno questa zona è arrossata e compaiono agglomerati di bolle simili a quelle della varicella, con dolore o bruciore ma senza prurito. Il dolore è causato dal danneggiamento dei neuroni sensitivi, che consentono all’organismo di provare caldo, freddo, dolori e altre sensazioni. Con il trascorrere dei giorni le bolle scoppiano trasformandosi in croste; questa fase, che caratterizza la fase di guarigione, è quella in cui il malato può essere contagioso.


Forme di Herpes Zoster
Ogni tipo di tessuto nervoso può essere colpito da herpes Zoster. Solitamente, però, la zona più interessata è quella intercostale. A seconda delle fasce colpite, l’herpes Zoster può essere:
- Herpes Zoster intercostale: è la forma più comune di herpes Zoster: circa il 50% dei casi di herper Zoster interessa infatti il tronco.
- Herpes Zoster cervicale: interessa la zona cervicale. Circa il 15% dei casi di herpes Zoster interessa la zona cervicale.
- Herpes Zoster lombo-inguinale: colpisce l’inguine e le zone circostanti. Dato il luogo di localizzazione dell’herpes, è molto fastidioso.
- Herpes Zoster lombo-femorale: l’herpes si diffonde lungo i fasci nervosi della zona femorale.
- Herpes Zoster dei segmenti sacrali: si sviluppa intorno alla zona sacrale e rappresenta circa il 3/5% dei casi di Zoster.
- Herpes Zoster dei nervi cranici: la forma più acuta è lo Zoster oftalmico, che può provocare lesioni alla fronte e alle palpebre, alla retina (distacco della retina).
- Herpes Zoster del ganglio genicolato: interessa i nervi facciali e acustici. Può essere causa di sindrome di Ramsay-Hunt, una malattia che genera paralisi periferica del nervo facciale e della lingua. Può essere inoltre accompagnata da sordità, vomito, nausea.
- Herpes Zoster senza eruzione: talvolta l’herpes può manifestarsi senza eruzione cutanea ma con dolore localizzato. A seconda della zone dolente, questo tipo di herpes può essere confuso con embolia polmonare, infarto miocardico, colica renale, appendicite, colecistite.


Le cure
Solitamente l’herpes zoster guarisce in circa 4/5 settimane grazie alle difese immunitarie, che riescono a debellare il virus.
Le cure per l’herpes Zoster sono rivolte a lenire il dolore e a circoscrivere e bloccare la proliferazione del virus. Per il dolore si usano antidolorifici, mentre gli antibiotici sono utili per contenere le infezioni. Il paziente deve inoltre sottoporsi ad una terapia antibatterica e antivirale per evitare la moltiplicazione del virus. Nel caso in cui il dolore sia molto acuto, il paziente può sottoporsi a infiltrazioni locali di anestetici o utilizzare cerotti anestetici e creme.
In alcuni pazienti, soprattutto quelli più anziani, il dolore può perdurare a lungo e può manifestarsi anche con mal di testa, inappetenza, insonnia, ansia, depressione. In questi casi possono essere somministrati, in seguito a diagnosi e prescrizione mediche, alcuni farmaci che contengono capsacina, molto efficaci per dare sollievo e diminuire il dolore.

Commenti
Inserito da Anna Lucia Valentini, 21/01/2014
salve, io ho il fuoco di s.antonio senza vescicole, chiamato ‘interno’ che si ripresenta nella parte posteriore sinistra del tronco con dolori, prurito, calore intenso, ogni tanto.
Ho sentito dire che c’è un esame del sangue per poterlo individuare, mi potete dire che tipo di esame è? grazie mille.
Inserito da mariassunta, 19/06/2013
mia madre accusa da un anno forti doloro alla zona lombo-sacrale e alla gamba destra, con formicolio del piede. ha provato diverse terapie, cure e infiltrazioni, senza nessun risultato. Potrebbe essere herpes zoster senza eruzione cutanea? Quali esami deve fare per diagnosticare questo tipo di herpes? .
Inserito da Corrao Sara, 12/04/2013
Sono Sara . Questa notte ho cominciato ad avere forti dolori alla zona femorale e bruciore come se mi fossi scottata, la zona è molto sensibile e non posso sentire nemmeno i pantaloni appoggiati. Il problema però non è il dolore, ma il fatto che questa mattina sono stata da mia figlia e a contatto con il mio nipotino di 10 giorni,. posso in qualche modo averlo contagiato visto che è il primo giono du malattia? Sono veramente disperata.UN dottore mi piò rassicurare? Grazie infinite. ersk9s
Inserito da Assunta Lovallo, 05/03/2013
Salve,sono una donna di 59 annie da 5 settimane ho dei forti dolori che partono dalla spalla sinistra irradiandosi al braccio con l'indice( più di tutti) , medio e pollice con formicolio. Esludendo subito un infarto perchè sono cardiopatica ancora non so di cosa si tratta. In attesa di una risonanza potrebbe trattarsi di hepes zoster senza esantema, visto che l'ho avuto anche a 12 anni con eruzione cutanea; potrebbe risultare nella RNM oppure c'è un esame specifico? GRAZIE
Inserito da clara 76, 25/07/2012
mio padre ha la forma più acuta da un anno ancora con dolore tuto il lato destro della testa ed occhio destro .chi può aiutarci premetto che siamo di catania.(ha gia provato diverse cure compreso l'agopuntura)!!