Iscriviti alla newsletter di FioriBlu!
Riceverai ogni mese le novità su bellezza, cura del corpo, sesso, maternità e molto altro.

 
Seleziona il tuo sesso:    
Confermo di aver preso visione dell' informativa della privacy
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali
Sei in: Home / Salute / Malattie / Malattie dell'Apparato Uditivo / Otite catarrale

Otite catarrale

Otite catarrale
L’otite catarrale (o otite media catarrale) è l’infiammazione dell’orecchio medio caratterizzata dal deposito di muco e secrezioni nella cassa auricolare. L’orecchio medio è quella parte dell’orecchio che, attraverso la giusta pressione dell’aria contenuta, riesce a produrre la giusta vibrazione della membrana timpanica per sentire nel modo più corretto i suoni.
Quando c’è un’infiammazione dell’orecchio medio, il passaggio dell’aria è invece ostacolato e l’udito ne risulta in parte compromesso.

Le cause dell’otite catarrale
L’otite catarrale, generalmente, è causata da virus o batteri che, attraverso il naso o la gola, penetrano nell’orecchio medio infettandolo. Di solito l’otite catarrale si manifesta in concomitanza con riniti, sinusiti e tracheiti. È un disturbo che si verifica in modo più frequente durante l’inverno e colpisce prevalentemente i bambini.
Anche l’ipertrofia adenoidea può facilitare l’insorgenza dell’otite catarrale.


Forme di otite catarrale
L’otite catarrale può essere:
- Monolaterale: quando colpisce un solo orecchio.
- Bilaterale: quando colpisce entrambe le orecchie. L’otite catarrale bilaterale è molto frequente durante l’infanzia, quando è più facile soffrire di ipertrofia adenoidea, che occlude i canali auricolari.


Sintomi dell’otite catarrale
L’occlusione dei canali auricolari medi e l’attacco da parte di germi e batteri possono essere causa di sensazione di orecchie ovattate, talvolta accompagnata da dolore, che può essere forte se l’otite è intensa. I suoni appaiono attutiti e spesso anche la respirazione e la deglutizione sono difficoltose poiché batteri e virus colpiscono anche l’apparato respiratorio. Meno frequente è invece la febbre.
Se la membrana timpanica si rompe, inoltre, è possibile la fuoriuscita di pus.


Le cure
La terapia per curare l’otite media catarrale è sostanzialmente a base di antibiotici, da somministrare per 5-10 giorni, fino alla completa guarigione dell’infezione.
In caso di forti dolori, è possibile inoltre assumere antidolorifici.

Commenti
Inserito da dani, 23/04/2013
Salve, a mia figlia di 3 anni e mezzo è stata diagnosticata otite media catarrale acuta bilaterale. Curata nella fase iniziale solo x 2 notti e se febbre con nurofen poi antibiotico 2 volte al giorno x due settimane associati a frequenti lavaggi nasali e gocce doricum. Consigliato di andare al mare spesso. Per ora va tutto bene.
Inserito da edda, 25/02/2013
per otite catarrale ho fatto cura di tre settimane con fluimucil 600 senza risultati.Consiglio medico:piccolo intervento.Giusto?
Inserito da Roberta, 28/01/2013
Io ho portato mio figlio alle Terme di S. Cesarea in Puglia ed ho risolto il suo problema di otite catarrale. Il paesino si trova sul mare per cui ho potuto conciliare le mie ferie con le cure del bambino.
Inserito da Roberto, 29/08/2012
Salve, a me viene solo quando vado in aereo durante gli ultimi 10min prima dell'atterraggio.
Ho provato a prevenire usando del fluimucil ma non ha funzionato.. Come posso fare??
Durante la discesa mi viene un forte dolore al canale sotto l'orecchio ad arrivare fino al collo e mi sento scoppiettare l'orecchio poi sto male x tutta la sera fino a sentirmi l'orecchio ovattato x giorni o settimane... Vi prego ditemi come posso prevenire tutto questo senza abolire l'aereo
Inserito da ambrsio tobia, 10/08/2011
è possibile che un bambino di 8 anni operandosi alle adenoidi possa guarire da otite catarrale cronica bilaterale?