Tracheite

Tracheite
La tracheite può manifestarsi in concomitanza con l’insorgere di altre malattie (come ad esempio il morbillo, la pertosse o una normale influenza) o può semplicemente essere causata da un’infezione virale o di tipo batterico, o ancora essere associata a malattie del metabolismo in periodi di debilitazione generale. Proprio per questo motivo i soggetti più colpiti tendono a essere i bambini e gli anziani.

Le cause della tracheite
Come accennato sopra, non esiste una causa unica di tracheite ma diversi fattori eterogenei e concomitanti. La tracheite batterica è di solito causata dal batterio Pneumococco o dall’Hemophilius influentiae, benché in alcuni casi anche dallo Stafilococco (quando è presente una forma influenzale). In generale la tracheite è successiva a una recente infezione delle vie respiratorie superiori e nella maggior parte dei casi colpisce i bambini piccoli, forse perché la loro piccola trachea viene facilmente bloccata dal gonfiore.

Forme di tracheite
Oltre alla forma classica di tracheite, che abbiamo appena illustrato, esistono altre forme più gravi che spesso derivano da complicazioni di infezioni preesistenti o sono causate dall’inalazione di sostanze irritanti.
La tracheite si manifesta nella sua forma più complessa, nota con il nome di tracheite acuta emorragica, in seguito ad un evento influenzale e in generale colpisce più facilmente anziani e bambini.
Un'altra forma di tracheite è quella catarrale cronica, che si sviluppa in seguito all’inalazione prolungata di sostanze irritanti come alcuni gas e la polvere.

Sintomi della tracheite
I sintomi caratteristici della tracheite sono la tosse profonda, la difficoltà nel respirare, la febbre alta e una sorta di rumore stridulo durante la respirazione. Nella forma acuta, i sintomi sono caratterizzati da bruciore e irritazione, che tendono ad aumentare con l’insistenza nel parlare. La tosse non si presenta sempre.
La tracheite catarrale cronica presenta invece una tosse secca che può variare di intensità e una sensazione di prurito dietro allo sterno, unita ad un senso di peso.

Le cure
La tracheite è una malattia che può ovviamente essere curata e, nella sua forma acuta, richiede un lasso di tempo fino ad un massimo di due settimane per estinguersi del tutto. In questo periodo, il paziente, sotto prescrizione del medico, può eseguire una terapia basata sugli antibiotici, gli antinfiammatori, oltre a sedute di aerosol.
Per quanto riguarda invece la tracheite catarrale cronica, si è soliti adottare una terapia locale che prevede inalazioni di sostanze balsamiche e decongestionanti.

Commenti
Inserito da niko verlezza armenio, 26/03/2012
veramente vi ringrazio perchè e una settimana che persistono i sintomi,febbre che arriva fino a 39 e mezzo , l'informazione m'ha incoraggiato già che parla anche di due settimane vvb. d Na-Italy
Inserito da veronica, 19/01/2011
salve, avrei una domanda sulla cura della tracheite. è sempre necessario lantibiotico ?grazie in anticipo