Iscriviti alla newsletter di FioriBlu!
Riceverai ogni mese le novità su bellezza, cura del corpo, sesso, maternità e molto altro.

 
Seleziona il tuo sesso:    
Confermo di aver preso visione dell' informativa della privacy
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali
Sei in: Home / Salute / Malattie / Malattie dell'Apparato Respiratorio / Rinite vasomotoria

Rinite vasomotoria

Rinite vasomotoria
La rinite vasomotoria è una forma di rinite che si manifesta con infiammazione cronica della mucosa nasale; tale infiammazione è causa di ostruzione delle fosse nasali e conseguente difficoltà nella respirazione.

È anche chiamata rinopatia vasomotorica o iperreattività nasale aspecifica; la rinite vasomotoria consiste infatti nella reazione anomala (iperreattiva) a stimoli come caldo, freddo, umido, fumo, secco.



Le cause della rinite vasomotoria
La rinite vasomotoria non è di origine allergica. Le cause sono da ricercare nello squilibrio del funzionamento del sistema neurovegetativo, che provoca l’ipersensibilità delle mucose nasali e la loro infiammazione.
Una delle cause che facilita l’insorgenza della rinite vasomotoria è l’abuso di farmaci antinfiammatori non steroidei.


Sintomi della rinite vasomotoria
I sintomi più frequenti che caratterizzano la rinite vasomotoria sono congestione nasale, iperproduzione di muco e ipoosmia (diminuzione della percezione degli odori). Questi sintomi si verificano per breve tempo, ma per molte volte al giorno. Di notte questi sintomi sono più accentuati, a causa della posizione supina, che favorisce il blocco nasale.


Le cure
Le cure sono utilizzate per ridurre i sintomi. I farmaci utilizzati sono perlopiù antinfiammatori e decongestionanti (spray o gocce nasali); si può inoltre ricorrere all’aerosolterapia o alla terapia termale. Gli anticolinergici sono molto indicati per la rinite vasomotoria perché hanno la funzione di ridurre la secrezione nasale. Anche l’agopuntura è molto utile per ristabilire la corretta attività nasale.

Commenti
Inserito da daniele luccini, 17/03/2011
dopo quasi trent'anni di spry cortisonici e argotone in goccie ed un intervento chirurgico di al settoi, sono bastate due settimane senza latticini per la sparizione di ogni disturbo conseguenti alla rinite vasomotoria che, per l'appunto, mi affliggeva da trent'anni.