Iscriviti alla newsletter di FioriBlu!
Riceverai ogni mese le novità su bellezza, cura del corpo, sesso, maternità e molto altro.

 
Seleziona il tuo sesso:    
Confermo di aver preso visione dell' informativa della privacy
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali

Vomito

Vomito
Il vomito non è una malattia, ma il sintomo di un malessere che deve essere riconosciuto per essere curato.

Consiste nell’espulsione, talvolta improvvisa e violenta, di cibo contenuto nello stomaco.








Le cause del vomito
Il vomito è un sintomo che si manifesta in concomitanza con svariati tipi di malesseri. Le cause più comuni che provocano il vomito sono:
- Virus e batteri: da virus e batteri dipende la maggior parte delle manifestazioni di vomito. Questi germi sono causa di malfunzionamenti dell’apparato digerente che, funzionando in modo errato, ha la necessità di espellere le sostanze contenute al suo interno. Virus e batteri entrano nell’organismo attraverso la bocca e sono i fattori che maggiormente causano il vomito nei bambini;
- Digestione: l’assunzione di cibi tossici per l’organismo provocano il vomito, che rappresenta il modo in cui l’organismo tenta di espellere le sostanze che percepisce come nocive;
- Disturbi transitori dell’apparato digerente: disturbi come l’ulcera o le gastroenteriti possono scatenare attacchi di vomito;
- Gravidanza: è uno dei sintomi più frequenti durante la gestazione;
- Farmaci: alcuni medicinali, soprattutto quelli assunti per via orale, possono non essere accettati dall’organismo e provocano vomito.
- Mal di testa: a volte il mal di testa, se molto fastidioso e duraturo, è accompagnato da nausea e vomito;
- Malattie: molte malattie, anche lievi come l’influenza, possono essere causa di vomito. Il fisico infatti è indebolito e può trovare difficoltoso digerire cibi o farmaci.

Le cure
Nella maggior parte dei casi è necessario curare il disturbo a cui è associato, piuttosto che il vomito in sé.
Ci sono alcuni consigli da seguire per affievolire il senso di malessere:
- Abbondante apporto di liquidi: sono necessari alla reidratazione. Con il vomito, infatti, si perdono molto liquidi e nutrienti.
- Alimentazione leggera e facilmente digeribile: utile per non appesantire lo stomaco.
In alcuni casi, però, il vomito richiede rimedi appositi per essere curato:
- Vomito da disturbi di digestione: in questo caso deve essere scelta un’alimentazione leggera, facilmente digeribile e assimilabile. In alcuni casi (e solo in età adulta) si possono somministrare medicinali come la metoclopramide e il domperidone;
- Disturbi transitori dell’apparato digerente: solitamente non è necessaria alcuna cura particolare. È però necessaria una massiccia assunzione di liquidi e nutrienti, soprattutto per i bambini, che hanno difese immunitarie più deboli.

Commenti
Inserito da giusi, 02/09/2013
io odio il vomito
mi è successo tre mesi ho pensato fosse stata una congestione ma da quella volta nn riesco piu a mangiae volentieri la pasta il sugo e la carne soprattutto.Mi nutro volentieri di pane e per le proteine il grana padano
è stato solo un episodio o sto diventando vegetariana????solo l ' odore della carne mi viene la nausea è normaleee
Inserito da ciao, 19/05/2011
fa un po' schifetto lo sconsiglio altamente