Sei in: Home / Mamma e Bimbo / Dalla Gravidanza al Parto / Calendario della Gravidanza / Sesto mese di gravidanza

Sesto mese di gravidanza

Sesto mese di gravidanza
Il 6° mese di gravidanza
(dalla 21a alla 24a settimana)

Come cambia il corpo della madre
La pancia è ormai abbastanza grossa.

Le ghiandole mammarie si preparano per un eventuale allattamento: se vengono strizzati, i capezzoli producono gocce giallastre di colostro (detto anche “primo latte”), liquido secreto anche durante i primi giorni dopo il parto e utile a trasmettere al feto le difese immunitarie.

Gli esami da fare
In alcuni casi, invece che alla fine del 5° mese, l’ecografia morfologica può essere fatta tra la 21a e la 22a settimana (lo slittamento dell’ecografia è dovuto soltanto alla disponibilità delle strutture mediche al momento di stabilire l’appuntamento).
Fra gli esami da fare, ci sono quelli di routine: esami del sangue, esami delle urine, visita ginecologica.
Nel caso in cui in famiglia ci siano casi di patologie cardiache, il feto viene sottoposto a ecocardiografia, che monitora anatomicamente il cuore per verificare che le sue parti costituenti siano correttamente formate e che non vi sia il rischio di cardiopatie congenite.

Il feto
In un solo mese il feto raddoppia il suo peso (passa dai 250 grammi della 20a settimana ai 500 alla fine della 24a settimana) e può raggiungere i 30 cm di lunghezza.
Fisicamente è ormai del tutto simile ad un bambino. La sua capacità motoria diviene molto articolata, tanto che riesce a sbattere le palpebre. L’attività respiratoria compie i suoi primi passi: il feto riesce a riprodurre i movimenti respiratori.
Il feto di 6 mesi compie frequentemente azioni quali rapidi movimenti del corpo, calci, l’atto di succhiarsi il pollice: secondo alcuni medici pediatri questi gesti potrebbero essere una reazione al disagio, come dimostrazione che il feto percepisce perfettamente le sensazioni provenienti dall’esterno, somatizzandole in qualche modo.

I disturbi della madre
I disturbi che possono presentarsi sono dovuti principalmente al notevole ingrossamento della pancia: i movimenti, per esempio, sono più difficili e la sudorazione aumenta.
Il maggior peso da sopportare provoca inoltre una velocizzazione della circolazione del sangue, che vi farà arrossire spesso.

L’alimentazione
La dieta segue le normali indicazioni date per i mesi precedenti:
- Dosi elevate di acido folico, fibre, proteine;
- Apporto calorico di 300-400 Kcal in più rispetto alla normale alimentazione;
- Attenzione ai cibi crudi che potrebbero essere causa di toxoplasmosi o salmonellosi. È fortemente consigliato cuocere bene gli alimenti;
- Bere molto.
Può essere utile, per riacquistare un pò di forza e sostenere il peso che grava su di voi, aumentare l’apporto di vitamine e amido. Consultate sempre un medico prima di variare la dieta: ricordate che l’aumento ideale di peso si aggira intorno ai 9-12 kg. L’eccessivo aumento di peso dovuto ad una scorretta alimentazione potrebbe rendere più difficoltoso il proseguimento della gestazione e, talvolta, il parto.

Commenti