Iscriviti alla newsletter di FioriBlu!
Riceverai ogni mese le novità su bellezza, cura del corpo, sesso, maternità e molto altro.

 
Seleziona il tuo sesso:    
Confermo di aver preso visione dell' informativa della privacy
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali
Sei in: Home / Sessualità / Amore / Eros / Sesso a tre

Sesso a tre

Sesso a tre
Il sesso a tre: per molti è un tabù, per tanti invece è una tentazione dall’effetto calamitante. Capire perché in molti ripudiano questa idea è facile: il triangolo erotico, decantato da Renato Zero, presuppone il superamento di molti principi che tradizionalmente sono considerati alla base del rapporto di coppia.

Quello che invece vorremmo cercare di approfondire in questo articolo è perché per molti l’idea del sesso a tre sia così eccitante, seppure in molti casi inconfessabilmente.
Basta fare una rapida ricerca in internet per rendersi conto di quanto questa fantasia sia diffusa: gli annunci riguardano soprattutto la ricerca di una terza donna disposta a unirsi a una coppia (si parla quindi in sigla di FFM, ossia due femmine e un maschio).

Da un’indagine commissionata dal marchio Calvin Klein, è risultato che in Italia il 65% degli uomini sogna di avere un rapporto a tre, mentre le donne non superano il 25%. La cosa non stupisce, visto il maschilismo ancora dominante nella sfera delle trasgressioni sessuali.
Il freno inibitore per molti uomini fidanzati o sposati è proprio la paura della reazione della propria partner fissa a una simile proposta. Chi di voi di fronte a questa richiesta non penserebbe a un calo del desiderio da parte del proprio uomo o alla voglia di tradire palesata dal desiderio fisico di un’altra donna?
La prima considerazione di molte donne sarebbe “non gli basto più”. Eppure questa interpretazione, seppure giustificabile, può essere troppo semplicistica. Le dinamiche di un rapporto a tre in fondo sono le stesse di molti intrecci amorosi (coppia e amante) solo che viene meno l’elemento della clandestinità e della gelosia. Il menage a trois diviene così un gioco di cui i partner sono complici. Questa pratica va distinta in maniera concettuale dallo scambio di coppia ma anche dalle orge. L’elemento che rende unico il rapporto a tre è, infatti, la possibilità di interscambiare i ruoli. Per l’uomo è un modo di sentirsi contemporaneamente preda e cacciatore.

E le donne perché lo fanno?
Molte (ma non è un bene) per accontentare il desiderio del partner, altre invece per abbandonarsi a un rapporto più intenso grazie alla conoscenza del proprio corpo, che solo un’altra donna può avere (senza che questo presupponga necessariamente una componente omosessuale). Del resto, chi ha detto che nell’atto sessuale debbano essere coinvolte solo e necessariamente due persone? Da ultimo va detto che l’atto sessuale a tre permette anche di accontentare il vojerismo, ossia la voglia di guardare ed essere guardati mentre si fa sesso (il che è perfettamente in linea con l’esibizionismo tipico dei nostri tempi). Ovviamente va ricordato che realizzare questa fantasia deve essere una libera scelta incondizionata: se lo fate solo per non sembrare bigotte o per rendere felice il partner, presto vi troverete a fare i conti con alcune complicanze di questa fantasia.

Commenti
Inserito da Sara, 02/05/2013
Ciao ho un serio problema. Il mio lui volte sempre di più per questi giochi, io sono stanca anche perché siamo assieme da un anno e mezzo. Non c'è la faccioi più sto' perdendo la mia psiche ho bisogno di capire il perché. Sto' sul serio male perché poi sfollo non riesco a controllarmi.