Sei in: Home / Salute / Esami Diagnostici / Valori di Riferimento / Bilirubina

Bilirubina

Bilirubina
BILIRUBINA

Cosa è:
molecola, solitamente espulsa con la bile, le feci e le urine, creata dalla degradazione dell’emoglobina contenuta nei globuli rossi. Può essere in forma libera legata all’albumina o può essere trasformata dalle cellule del fegato in bilirubina diretta.

I valori alti di bilirubina fanno si che esso si depositi nel sangue. Se l'aumento è tale da far si che il valore arrivi a 3-4 mg/dl, fa si che si arrivi a vedere sulla cute un colore giallastro.

Molte volte questa situazione si verifica e si riscontra nei neonati, dopo pochi giorni, come conseguenza del parto, dato dallo sbalzo necessario dei globuli rossi tra il vivere in utero o fuori.

Solitamente, anche in questo caso, non si verifica una situazione preoccupante, a meno che il livello arrivi a 20 mg/dl, perchè in questa situazione si rischiano danni al cervello. Per questa situazione, l'esame della bilirubinna è diventato un esame di routine subito dopo la nascita.

Dei valori anomali di bilirubina non indicano sempre un danno epatico, possono essere anche ad esempio un effetto collaterale di alcuni farmaci assunti.
Per l’interpretazione dei risultati rivolgetevi quindi al vostro medico, il quale deciderà se è il caso di eseguire ulteriori analisi e fare esami aggiuntivi.


Tipo di esame da eseguire:
esame del sangue.


Tempo di esecuzione dell’esame:
Per sapere i risultati del sangue per la bilirubina, basta aspettare un giorno.


Indicazioni da seguire prima dell’esame:
si consiglia di eseguire il prelievo del sangue a stomaco vuoto.


Valori di riferimento (indicano l’intervallo entro il quale i valori sono considerati nella norma):
- Bilirubina diretta: 0.1 – 0.25 mg/dL.
- Bilirubina totale: 0.1 – 1.2 mg/dL.


Diagnosi:
valori eccedenti di bilirubina indiretta rispetto a quelli di riferimento possono essere causa di anemie emolitiche, eccesso di produzione di bilirubina, talassemia, ittero fisiologico dei neonati, anemia perniciosa, porfiria congenita.
Valori superiori di bilirubina diretta rispetto a quelli di riferimento sono dovuti ad alterazioni del flusso biliare epatico. Questo fenomeno si riscontra in caso di epatite, cirrosi epatica, neoplasie, calcolosi biliare.

ALTRO IN Esami Diagnostici
Commenti
Inserito da roberto, 10/06/2012
i valori di riferimento non sono ben definiti nei laboratori privati convenzionati.In alcuni il valore totale è .1 mg/dl
Inserito da agim, 04/01/2012
buongiorno,
volevo sapere qualcosa per quanta riguarda bilirubina totale,mio figlio 18 anni dopo le ezame si prezenta bilirubina totale 1.7 mg/dl.lui sofre di gastrite, potete spiegare ?in questo livello alto sono dei problemi??
Inserito da anna dottor, 01/09/2011
mio marito 53 anni sano sportivo ha la bilirubina totale a 1,38. Assume farmaci per il cuore post intervento trapianto valvolare. Cosa vuol dire questo valore? grazie
Inserito da Elisabetta, 22/04/2011
Sono una ragazza di 25 anni, e peso 45 kg. Durante le ultime analisi del sangue che ho fatto nel centro trasfusionale dove sono da poco donatrice, ho notato di avere alcuni valori sballati tra cui quello relativo alla bilirubina totale che risulta essere di 1.10 mg/dl invece dovrebbe stare all'interno di un riferimento 0,20 / 1,00 .. anche il valore di bilirubina diretta è alta, 0.22 mg/dl quando dovrebbe essere al massimo di 0,20. Non è molto ma la cosa mi preoccupa un po'. Ho una vita sana e regolare, pratico anche un po' di sport (tutte le domeniche 2 ore di corsa mattutina), l'alimentazione è sana ed equilibrata.
Sono gravi tali valori sballati di bilirubina? Andrò quanto prima dalla dottoressa!