Iscriviti alla newsletter di FioriBlu!
Riceverai ogni mese le novità su bellezza, cura del corpo, sesso, maternità e molto altro.

 
Seleziona il tuo sesso:    
Confermo di aver preso visione dell' informativa della privacy
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali
Sei in: Home / Salute / Malattie / Malattie dell'Apparato Tegumentario / Pitiriasi rosea di Gibert

Pitiriasi rosea di Gibert

Pitiriasi rosea di Gibert
La pitiriasi rosea di Gibert è una malattia cutanea benigna. Si tratta di una dermatite piuttosto comune e molto lieve che colpisce gran parte della popolazione, in special modo quella compresa fra i 10 e i 40 anni, in particolare nei mesi autunnali e primaverili.








Le cause della pitiriasi rosea di Gibert
Le cause che scatenano la pitiriasi rosea di Gibert non sono ancora del tutto chiare.
Se fino a qualche anno fa le cause erano del tutto sconosciute, oggi la causa della pitiriasi rosea di Gibert viene imputata a un virus appartenente alla famiglia degli Herpes Virus, anche se alcune ricerche ipotizzano che le cause possono essere infezioni batteriche.


Incubazione, contagiosità e durata della pitiriasi rosea di Gibert
Trattandosi di un virus, la pitiriasi rosea di Gibert è una malattia potenzialmente contagiosa, ma nei fatti è di scarsa o nulla infettività.


Sintomi della pitiriasi rosea di Gibert
La pitiriasi rosea di Gibert si manifesta inizialmente con una macchia rosea (la chiazza madre) tondeggiante della grandezza di 1-3 centimetri, il cui bordo è nettamente delineato e tendente a desquamarsi, mentre il centro appare arrossato. Dopo alcuni giorni si nota la comparsa di altre macchie più piccole (chiazze figlie) che nascono a gruppi per circa 2-3 settimane; in qualche caso, invece, le chiazze figlie non compaiono affatto.
In un quarto dei casi la pitiriasi rosea di Gibert è accompagnata da prurito; per il restante 75% non si notano ulteriori sintomi, tanto che la malattia è molto spesso ignorata.
Colpisce prevalentemente il tronco, anche se a volte può comparire sugli arti superiori o sul cuoio capelluto. Molto rara, invece, l’insorgenza di macchie sugli arti inferiori, sul volto e sui genitali.


Forme di pitiriasi rosea di Gibert
Esistono alcune forme atipiche di pitiriasi rosea di Gibert; queste forme, molto più rare, sono del tutto innocue come l’originale pitiriasi rosea di Gibert e necessitano delle stesse cure. Le forme più conosciute sono:
- Pitiriasi rosea gigante: pitiriasi che colpisce il cuoio capelluto, le unghie o i genitali. Si manifesta con gli stessi sintomi rispetto alla pitiriasi rosea di Gibert.
- Pitiriasi rosea circinata e marginata di Vidal: forma di pitiriasi che può perdurare anche per alcuni mesi, caratterizzata da poche chiazze ma di grandi dimensioni.
- Pitiriasi rosea urticata: forma di pitiriasi caratterizzata da orticaria.
- Pitiriasi rosea invertita o inversa: pitiriasi che si manifesta in zone insolite (viso, gambe), più frequente in persone dalla pelle scura.


Le cure
Non esiste una cura specifica per la pitiriasi rosea di Gibert, anche perché questa malattia tende a guarire spontaneamente in un tempo che varia dalle poche settimane ai 6 mesi.
Essendo però la pelle molto delicata, potrebbe essere utile utilizzare creme emollienti e detergenti a ph leggermente acido, in modo da proteggere e idratare la pelle. È inoltre consigliabile evitare luoghi polverosi e l’eccessiva esposizione al sole perché, durante la malattia la pelle è molto sensibile.

Commenti
Inserito da martina strega, 09/01/2013
Io la sto vivendo questa malattia da 1 settimana e gia e' stressante xke piu che mai ancora dovrei aspettare il.decorso di queste chiasse che nn le sopporto proprio...gia a pensare di aspettare questi mesi senza fare palestra e senza fare un c***o e' snervante!!! Me prude da morire e me brucia quando devo lavarmi e mettere una crema apposta...odio questa malattia!!! Maledetta!!!
Inserito da ornella, 17/08/2012
Sto provando questa spiacevole e urticante malattia...é un'esperienza molto sgadevole e molto dolorosa ,oltre a seccarti molto la pelle,sento molto la sensazione di molti aghetti sottili che mi percorrono il corpo..mi gratto di continuo,e sono gia'3 settimane che soffro..soprattutto perche stare in agosto sempre all'ombra,è una prigione!!!!
Inserito da Riccardo, 03/04/2012
L'ho avuta circa due anni fa ed è comparsa in circa 3/4 mesi per poi ritornarmi un mese fa solo tronco braccia e gambe prurito quasi assente o sopportabile.
Spero se ne vada per sempre è sgradevole da vedere!
Inserito da ROSANNA SITZIA, 20/06/2011
Ho sofferto di questa forma di ptiriasi e dico "sofferto" a ragione. Parte interessata tutto il corpo ,genitali e cuoio capelluto compresi, durata poco piu' di tre mesi.Curata con un preparato "Pasta all'acqua" che dava un certo sollievo al forte prurito.ESPERIENZA DA INCUBO !!!!!!!!