Iscriviti alla newsletter di FioriBlu!
Riceverai ogni mese le novità su bellezza, cura del corpo, sesso, maternità e molto altro.

 
Seleziona il tuo sesso:    
Confermo di aver preso visione dell' informativa della privacy
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali
Sei in: Home / Salute / Malattie / Malattie dell'Apparato Tegumentario / Malattie delle unghie

Malattie delle unghie

Malattie delle unghie
Le unghie hanno svariati tipi di malattie, di solito non gravi, ma spesso rivelatrici di qualche malfunzionamento dell’organismo.

Se l’anomalia è visibile solo su qualche unghia, il problema è limitato.

Se invece si presenta su tutte le unghie, è probabile il malfunzionamento in qualche parte del corpo.

Le malattie delle unghie si presentano molto spesso sotto forma di alterazione del colore.

Quando le unghie tendono a diventare gialle (xantonichia) siamo in presenza di onicomicosi (attacco di funghi e batteri che sfaldano la lamina dell’unghia), onicodistrofie e psoriasi.

A volte l’ingiallimento delle unghie è provocato dall’uso di smalti di scarsa qualità o da malattie dell’apparato respiratorio.
La melanonichia (unghie bruneo o nere) è causata da onicomicosi o da semplici ematomi, più raramente da nei o melanomi. Se le unghie tendono a diventare bianche (leuconichia) il problema potrebbe essere dovuto a infezione da lieviti o dalla malattia di Terry, che può essere sintomatica di malattie del sangue o di cirrosi epatica. Anche le unghie bluastre (onichocyanosi) indicano un problema sanguigno: di solito infatti rivelano disfunzioni all’apparato circolatorio. Quelle verdi, invece, sono di solito provocate da infezioni batteriche o micotiche.

L’anemia è una delle cause più frequenti della malattia dell’unghia: in presenza di questa malattia le unghie possono essere fragili, “a cucchiaio” (sono scavate al centro), solcate da striature orizzontali (le “linee di Beau”) o a macchie bianche sparse.

Se il paziente è affetto da malattie della pelle quali la psoriasi e l’alopecia, tutte le unghie sono “a ditale”, cioè bucherellate, o “a grotta”, un notevole ispessimento dell’estremità dell’unghia con tendenza a crescere verso l’alto. Se questa malformazione si crea nei piedi, può essere semplicemente sintomo di scarpe troppo strette alla punta o, in casi più preoccupanti, di problemi alla tiroide.

Fra le malattie delle unghie tipiche dei piedi ci sono l’onicogrifosi e le unghie a pinza, che compaiono soprattutto sull’alluce. La prima è un’ingrossamento dell’unghia, che si incurva diventando molto dolorosa. È tipica delle persone anziane ed è un segno dell’artrosi. L’unghia a pinza è l’incurvamento laterale degli ispessimenti dell’unghia.
L’unghia incarnita è invece molto dolorosa e si infetta facilmente. Di solito scarpe troppo strette facilitano lo sviluppo dell’unghia incarnita.

Anche la carenza di cure o di trattamenti sbagliati causano problemi ungueali: l’uso eccessivo di detersivi, limature eccessive e sovraesposizioni al freddo possono sfaldare le unghie e indebolirle notevolmente.

Commenti