Iscriviti alla newsletter di FioriBlu!
Riceverai ogni mese le novità su bellezza, cura del corpo, sesso, maternità e molto altro.

 
Seleziona il tuo sesso:    
Confermo di aver preso visione dell' informativa della privacy
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali
Sei in: Home / Salute / Malattie / Malattie dell'Apparato Respiratorio / Broncopolmonite

Broncopolmonite

Broncopolmonite
La broncopolmonite è l’infiammazione dei bronchi e degli alveoli polmonari, causata da virus e batteri, che si insediano nei polmoni. La broncopolmonite è una malattia contagiosa; è molto frequente fra i bambini perché, oltre a non aver ancora del tutto sviluppato le difese immunitarie, sono a contatto diretto e continuo con altri bambini, che generalmente sono più soggetti a contrarre malattie infettive.




Le cause della broncopolmonite
La broncopolmonite è provocata dall’insediamento nei polmoni di virus e batteri; questo insediamento è favorito dal muco presente nei bronchioli, che costituisce un terreno favorevole per la proliferazione dei batteri; in caso di raffreddore o di patologie legate alla respirazione, dunque, l’attacco da parte dei microorganismi infettivi diventa più facile.
Fra i batteri responsabili della broncopolmonite, i più comuni sono lo pneumococco, lo stafilococco, la clamidia, il micoplasma; i virus che causano la broncopolmonite possono invece essere l’adenovirus, il virus respiratorio sinciziale (VRS), il virus influenzale.
Talvolta la causa della broncopolmonite è l’inalazione o l’ingestione di sostanze tossiche, che infiammano i polmoni.


Sintomi della broncopolmonite
I sintomi più frequenti di broncopolmonite sono tosse continua e spesso catarrosa, respiro sibilante o stridulo. A volte possono presentarsi dolori al torace e senso di soffocamento.
La febbre è meno frequente nella broncopolmonite virale, mentre è abbastanza comune in quella batterica.


Le cure
La broncopolmonite deve essere curata con gli antibiotici, che consistono nell’unico rimedio per distruggere i microrganismi batterici e virali.
È possibile integrare gli antibiotici con una terapia di supporto costituita da idratazione e riposo.
Nel caso in cui ci sia ostruzione bronchiale, potrebbe essere inoltre opportuno assumere broncodilatatori.

Commenti
Inserito da christiana, 27/12/2010
ciao sono christiana, ho tue bambini di 6 e 3 anni,hanu vuto bronchopulmonite tue anni fa, ma ogni anno returna di nuovo,fanu atibiotico e cortisone e non passa vieni la tosse secca e grassa pieni di catar,non so piu cosa fare ho bisogno di auito perfavore grazia.
Inserito da loredana, 28/03/2010
da anni soffro di bronchite asmatica.sono stata x un periodo bene adesso ho sempre sibili nel petto , mancanza di fiato e tosse secca..ho fatto le lastre e nn ce nulla faccio antibiotici e cortisone..e nn mi passa anzi mi viene la tosse secca..x adesso vado avanti col simbicort .dimenticavo giò la rinite nares.grazie
Inserito da vasile, 26/01/2010
La BP nel mio caso mi ha comportato inizialmente febbre alta con momenti di forte mal di testa,sudorazioni notturne,tosse secca e lieve dolore al petto.Lo pneumologo me l'ha diagnosticata solo con la Rx al torace e non con lo stetoscopio.
Inserito da cristina, 19/01/2010
La BP nel mio caso mi ha comportato inizialmente febbre alta con momenti di forte mal di testa,sudorazioni notturne,tosse secca e lieve dolore al petto.Lo pneumologo me l'ha diagnosticata solo con la Rx al torace e non con lo stetoscopio.
Inserito da Grazia, 27/12/2009
Io ho iniziato ada vere la febbre il sabato, e solo la vigilioa di natale abbiamo capito cos'èra in seguito a una radiografia, perchè il dottore non sentiva nulla. Ho una broncopolmonite virale, i miei sintomi erano: febbre max 39°, un po' di tosse e poco mal di gola, mal di testa forte, dolore alle ossa non eccessivo.. tutti sintomi del cavolo!